presentazione

Presidiare la Democrazia
Spazi di Democrazia cancellati e prove tecniche di Democrazia a Km zero.
Incontri a Torino su diritti negati e partecipazione dal basso. A partire dal 17 Giugno 2010

Alcune realtà torinesi, associazioni, gruppi, comitati, propongono un racconto a più voci su temi diversi ma uniti da un filo conduttore: una denuncia dei tanti diritti negati con uno sguardo alle tante esperienze di partecipazione dal basso che realizzano lo spirito genuino della Costituzione.
Storie di resistenze, storie di sconfitte: ma anche di vittorie e di speranze. Respingimenti in mare e respingimenti ovunque: nel lavoro, nella scuola, nella salute, nella cultura, nella giustizia, nell’informazione libera: un potere che respinge e reprime chi tenta di negare che non ci sono alternative. Ma le alternative ci sono, basta voler guardare, occorre crederci e provarci.
Locandina con il
programma degli incontri
Tanti racconti per tentare una narrazione collettiva.
“Non ci ruberete il futuro”: queste parole in fondo erano già scritte nel carattere sostanziale, sociale della nostra Costituzione nata sessant’anni fa dalla Resistenza. E’ lo stesso orizzonte a cui guardano le tante resistenze che difendono il lavoro, il reddito, il diritto allo studio, l’acqua, l’ambiente, le tante resistenze che sperimentano una democrazia a chilometro zero.

Presidiare, difendere, tutelare, proteggere e costruire giorno per giorno la Democrazia, la sovranità popolare. Per non rassegnarsi, per sollecitare uno scatto di orgoglio e voglia di reagire.
A questa iniziativa aderiscono e collaborano anche singoli cittadini, al di là della loro appartenenza o meno a realtà organizzate: non appaiono qui con nomi e cognomi ma il loro impegno quotidiano è la migliore garanzia in difesa di una democrazia reale.

(contatti: presidiare@gmail.com)
Creative Commons License
I contenuti di questo sito sono pubblicati sotto Licenza Creative Commons BY-CN-SA

Immagini o testi appartenenti a terzi potrebbero essere coperti da differenti licenze. Qualora ne siate i legittimi proprietari e non vogliate che compaiano in questo sito segnalatelo e verranno rimossi.